La psicologia dei tatuaggi

la psicologia dei tatuaggi

I tatuaggi ieri, oggi e domani

Quando i tatuaggi sono emersi per la prima volta nel 1800, erano considerati un segno di criminalità o lontananza dalla società.

Oggi sono sempre più comuni: secondo una stima, il 38% degli adulti di età compresa tra i 18 ei 29 anni ha almeno un tatuaggio.

Nella nostra società attuale desideriamo ardentemente l’individualità e l’espressione di noi stessi.
E per questo motivo, spesso scegliamo di indossare la nostra espressione artistica, in una comunicazione che non ha bisogno di parole, ma solo di inchiostro.

Per parlare di noi, in questo modo, non dobbiamo mai parlare, ma solo guardare.

Alcune persone si tatuano per ricordare loro familiari passati o antichi detti o scritture religiose o nomi della loro attuale famiglia o interesse amoroso.

Altri usano i tatuaggi per migliorare le loro abilità sessuali o nutrire il loro lato esibizionista, e molti ancora li usano per promuovere visivamente la loro identità e / o affiliazione a un gruppo, sociale, religioso o semplicemente legato alle tendenze del momento.

Johnny Depp ha detto: “Il mio corpo è il mio diario e i miei tatuaggi sono la mia storia”.

I tatuaggi possono rivelare visivamente di più su di se stessi o distrarre le persone dal conoscere il vero io: alcune persone si nascondono dietro i loro tatuaggi per non esporsi veramente.

Perché ci tatuiamo

Le persone si tatuano per molte ragioni:

  • per attirare l’attenzione
  • per l’espressione di se stessi
  • per la propria libertà artistica
  • per un senso di ribellione
  • per la visualizzazione visiva di una narrativa personale
  • per i ricordi di tradizioni spirituali / culturali
  • per una motivazione sessuale
  • per una dipendenza, continuativa o superata
  • per l’identificazione con un gruppo
  • o persino per l’impulsività da ubriaco (che è il motivo per cui molti negozi di tatuaggi sono aperti fino a tardi !).

Con il passare del tempo

Farsi un tatuaggio, sebbene sia una decisione permanente a prescindere, può portare a risultati diversi con il passare degli anni.

Alcuni dei tatuaggi che sembrano più belli a breve termine potrebbero finire per cambiare drasticamente nel tempo.

Fortunatamente, ci sono alcuni tatuaggi che stanno meglio con l’età e i tatuatori sanno esattamente cosa sono.

Tutto quello che vuoi sentire

redazione radio popolare verona